in evidenza

Comunica

Fin da quando l’uomo ha avuto l’uso della parola ha sviluppato sistemi per comunicare con i suoi simili, era fondametale per la sua sopravvivenza. La comunicazione è però fondamentare per tutti gli animali.

Tipi di comunicazione

Esistono comunicazioni verbali (suoni e parole) e comunicazioni non verbali (atteggiamenti, ordori, tocco, disegno e linguraggio scritto).

comunicare-con-il-disegno

La comunicazione è primitiva quando vengono trasmessi stati emozionali semplici (felicità, rabbia, ubbidienza, paura…) oppure è complessa quando esprime concetti.

L’uomo preistorico conosceva solo la comunicazione verbale ed il disegno. Nel tempo però si è evoluto con le prime forme di scrittura basate sui disegni con i pittogrammi. Nel tempo però l’uomo ha inventato gli alfabeti che associati alla stampa tipografica hanno permesso la diffusione del sapere nel mondo e una comunicazione decisamente complessa.

L’uomo ha sviluppato una capacità di comunicazione complessa in grado di formulare e trasmettere idee e nel tempo queste capacità sono state usate per promuovere il sapere e le idee ma anche se stessi, un prodotto, un’azienda.

Nei secoli i metodi utilizzati per la comunicazione dall’uomo si sono evoluti. Inizialmente la comunicazione era prettamente orale e in forma di disegno, successivamente si è evoluta in comunicazione scritta (con l’avvento della scrittura e dei metodi di stampa) e visiva (fotografia e video).

murales-forma-di-comunicazione

Social Media

La nuova grande rivoluzione si è avuta con la nascita del web e dei Social Media che hanno aperto nuovi canali di comunicazione accessibili a tutti in maniera semplice ed immediata. Negli anni questi nuovi canali di comunicazione hanno aiutato le aziende a farsi conoscere e a crescere non solo localmente ma aprendosi sul mondo con investimenti in termini monetari relativamente bassi, incentivando anche il fai da te.

Quindi basta avere una pagina Facebook o un accout Instagram per farsi conoscere?

La risposta però è assolutamente NO.

Essere presenti con un sito e sui social non equivale ad essere visti e conosciuti.

La facilità di accesso al web ed ai Social ha fornito un eccesso di contenuti, una sorta di rumore di fondo. Allo stesso tempo sono stati implementati algoritmi di visualizzazione dei contenuti che premiano ovviamente la pubblicità a pagamento mentre penalizzano i contenuti semplici.

L’equazione è semplice, più paghi più hai la possibilità di essere visualizzato.

Più semplice quindi fare comunicazione?

La risposta anche in questo caso è NO.

Questo eccesso di informazioni a cui siamo bombardati quotidianamente ha fatto sì che sia molto più difficile emergere e che spesso e volentieri le persone recepiscono solo una minima parte di quello che vedono. Perché l’eccesso di informazioni provoca nelle persone una netta disattenzione per tutto, anche per i messaggi molto in evidenza.

Un esempio pratico, il mio ufficio confina con il negozio di un orologiaio. Pur io avendo delle vetrine aperte e nessun orologio esposto ma scritte con indicato Studio Puntoacapo – Grafica e Comunicazione, molte persone entrano pensando di trovare l’orologiaio.

troppi-messaggi-fanno-diventare-ciechi

Questo perché?

Perché il nostro cervello viene sovraesposto alle immagini, alle scritte, ai messaggi, e diventa sempre più cieco.

Lo stesso avviene per i Social Media, abbiamo la bacheca invasa di promozioni, notizie, aggiornamenti, inviti ad eventi, ma quanto di tutto ciò leggiamo veramente, approfondiamo e memorizziamo? Una parte veramente infinitesimale.

Oggi quindi è sempre più fondamentale travare i giusti canali dove inserire la propria comunicazione. Spesso si pensa di usare un canale piuttosto che un altro e di aver risolto i nostri problemi, facendo però un buco nell’acqua.

Pianificazione

Quello che io ripeto sempre ai miei clienti è di utilizzare tutti i canali che il mondo di oggi ci mette a disposizione, con una pianificazione delle campagne pubblicitarie.

Se ti vedo una volta, non ti noto e mi dimentico, ma se ti vedo in modo continuativo e su più canali (carta, social, ricerche on line, banner pubblicitari, google ads, mailing list, ecc…) è molto più facile emergere ed essere ricordati.

Nessuno ha la bacchetta magica ma soprattutto ogni cliente è diverso, con le sue esigenze, il suo target e le sue aspettative. Molto importante quindi è cercare di cucire la comunicazione addosso ad ogni cliente personalizzandola su misura.

Se vuoi saperne di più e capire cosa lo Studio Puntoacapo può fare per la tua azienda vienici a trovare per un caffé.

studio puntoacapo immagina e ti offre un caffè

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply